AIA MESSINA

Vai ai contenuti

Menu principale:

L'ARBITRAGGIO, COME LA VITA: E' TUTTO UN ATTIMO
GIUSEPPE MERENDINO ESORDISCE IN PRIMA CATEGORIA

Al tempo della crisi, della nuova grande depressione, una è la formula più di tutte inflazionata, e invocata quasi come una salvifica panacea: “largo alla gioventù”. Tutto, però, è relativo e in un’Associazione come la nostra, dinamica e giovane per eccellenza, a soli 22 anni si corre il rischio di essere all’ultima chance per il decisivo salto di categoria. Ed è proprio quello che stava per accadere al buon Giuseppe Merendino, fresco di esordio in Prima Categoria, capace con impegno e sacrificio di superare la perfida tagliola dell’anagrafe.

SEGUE


IN FINALE DI COPPA ITALIA D'ECCELLENZA
CON MARINO RINALDI E STEFANO TOMASO

Non esiste solo il calcio dei grandi, quello multimilionario della serie A e della Champions League. A ricordarcelo ancora una volta, qualora ce ne fosse bisogno, una splendida giornata di festa, di sport e di sano agonismo, andata in scena presso il “Bonaiuto Somma” di Mascalucia in occasione della finale della Coppa Italia di Eccellenza disputata tra Sportclub Marsala e Giarre. A dirigere l’incontro una terna promettente, composta dai messinesi Marino Rinaldi, arbitro, Stefano Tomaso, primo assistente, e dal siracusano Andrea Tiralongo, assistente numero 2.
Sugli spalti, ospite d’onore il componente del Comitato Nazionale Saro D’Anna, che assieme all’intera Commissione regionale, guidata dal presidente Pippo Raciti, e ad una folta rappresentanza di fischietti delle varie sezioni siciliane, ha assistito ad una gara ottimamente diretta dai nostri colleghi.
La partita, disputata su un terreno di gioco in perfette condizioni, ha visto prevalere i lilibetani per 2 a 1, dopo 90 tiratissimi minuti. Al di là del mero evento, la finale di Coppa Italia 2014-2015 va in archivio come un grande momento di cultura sportiva, segnato dall’esecuzione dell’inno di Mameli prima del fischio di inizio, e culminato con la presenza di tanti bambini sul rettangolo verde, simbolo del calcio che vorremmo vedere ogni settimana.

PROSEGUE ANCHE A GENNAIO IL MOMENTO FELICE PER LA SEZIONE:
ANDREA DE FRANCESCO VA IN "PROMOZIONE"

Altro giro altra corsa, recita un comune modo di dire. E così, è la volta di Andrea De Francesco a salire sulla “giostra” che lo porta in “Promozione”, proseguendo un'importante stagione iniziata con la consapevolezza di essere arrivato al momento del fatidico “dentro o fuori”.

SEGUE


ON AIR

IMAGES

ZOOM

Marcello Nicchi, "star" di

una serata indimenticabile

Melia 2014:
un ritiro per la vita

Benito Saccà:
un altro talent nostrano

Filippo Restuccia
all'esordio in A 2

MEMORANDUM

IT'S BIRTHDAY TIME !

I NOSTRI PARTNER

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu