“INVESTITE SU VOI STESSI”. LA LECTIO MAGISTRALIS DI MATTEO TREFOLONI


“INVESTITE SU VOI STESSI”. LA LECTIO MAGISTRALIS DI MATTEO TREFOLONI

Plenaria di grande spessore quella del mese di Novembre, che ha visto la nostra sezione ospitare con grande piacere il responsabile della C.A.N. D. Matteo Trefoloni.

Nell’occasione accompagnato dai componenti Riccardo Tozzi e Francesco Saia.

A fare da apripista, come sempre il padrone di casa, Massimiliano Lo Giudice che ha espresso estrema soddisfazione per la visita del nostro ospite e ha invitato tutti a prestare la massima attenzione perché non capita sempre di assistere a riunioni di una così alta caratura.

Trefoloni ha da subito sfoggiato le sue doti da grande motivatore, con una riunione di quelle che solo lui sa fare, intrattenendo e motivando la nutrita platea dei locali di via San Sebastiano,proprio come un vero coach fa coi suoi giocatori.

L’ex fischietto internazionale si è soffermato in un primo momento (mostrando un video della federazione inglese) su quanto la presenza di un arbitro sia fondamentale in qualsiasi tipo di sport.

La riunione è poi proseguita con uno “svisceramento” della figura arbitrale in se, facendo delle brevi riflessioni su quanto sia importante la leadership dell’arbitro, affinché sia un esempio e un modello di comportamento fuori e dentro il terreno di gioco.

Tra le numerose slides mostrate da Trefoloni, ve ne erano alcune con delle citazioni motivazionali per spronare i presenti a dare sempre il massimo.

Una delle più suggestive è stata certamente quella dell’ex allenatore francese Gérard Houllier :”Non si può programmare il successo si può solo lavorare per raggiungerlo”.

Insieme ad un’altra frase che Trefoloni ricorda dal suo primo raduno da arbitro internazionale :”Non c’è una seconda possibilità per fare la prima impressione”.

Un ultimo momento è stato dedicato alle emozioni ,che sono presenti in ognuno di noi in quanto ogni uomo non è creatura di logica ma bensì di emozione, alla capacità di gestirle e dominarle, caratteristica importantissima che ogni arbitro deve avere per arbitrare una gara nel migliore dei modi.

La serata si è poi conclusa con un’ottima cena in un locale della città dove i nostri ragazzi hanno potuto apprezzare ulteriormente la presenza, la professionalità e lo spessore umano del nostro ospite.

Certo che delle motivazioni simili non si ricevono tutti i giorni, quindi non ci resta che fare tesoro di questi preziosi insegnamenti e rimboccarci le maniche per raggiungere l’obiettivo prefissato.

Grazie Matteo e alla prossima!

Nino Catanese – Team Digital AIA Messina