Suona la campanella. Tutti in aula per il raduno OTS


Suona la campanella. Tutti in aula per il raduno OTS

Comincia con il consueto raduno OTS questa nuova “particolare” stagione per le giovani giacchette nere peloritane. La meeting room “Lipari” dell’Europa Palace Hotel di Pistunina ha, infatti, visto i giovani fischietti e gli osservatori messinesi cimentarsi in un momento di crescita collettivo in vista del campionato già alle porte.

A fare gli onori di casa il presidente Max Lo Giudice e il suo vice Alessandro Giusto che insieme ai ragazzi si sono soffermati su quanto nella formazione di un arbitro siano fondamentali elementi quali concentrazione,allenamento e determinazione.

Dopo è subito tempo della consueta batteria di quiz tecnici nella quale tutti gli associati si sono distinti producendo ottimi risultati.

Altro momento importante è quello del graditissimo arrivo del componente regionale designato, Umberto Luigi Raspante della sezione di Catania, il quale ha voluto innanzitutto estendere ai giovani arbitri il saluto del presidente del CRA Sicilia Michele Cavarretta e ha voluto riprendere i concetti espressi in precedenza dal presidente Lo Giudice, aggiungendo che è opportuno prima di tutto credere in se stessi per raggiungere gli obiettivi prefissati.

È poi la volta del presidente della Delegazione Provinciale FIGC di Messina Leonardo Lacava il quale ha voluto ringraziare gli arbitri messinesi per avere come sempre garantito la regolarità dei campionati in maniera egregia anche in una situazione difficile come quella causata dall’emergenza Covid-19.

Lo stesso ha inoltre snocciolato i numeri sui prossimi campionati che a breve inizieranno.

E dopo questi momenti motivazionali di estrema importanza, quale momento migliore per crescere, se non la “somministrazione” della nuova Circolare n.1 da parte del guru del regolamento Enzo Meli.

Durante la “lectio” non sono mancate le domande dei giovani colleghi, e dei colleghi più grandi che si sono mostrati attenti e desiderosi di apprendere nei minimi dettagli le novità apportate dalla nuova circolare.

Dopo il lunch-break salutano i giovani arbitri e sono gli osservatori a gettarsi a capofitto nel proprio raduno. Osservatori impegnati anch’essi nei consueti quiz tecnici e in uno scrupoloso match analysis per riuscire a leggere le gare in maniera eccellente.

Prima dei saluti il presidente Lo Giudice ha ribadito anche agli osservatori (come già fatto in precedenza con gli arbitri), come sia importante dare tanto spazio alla propria “cantera”  e avere come unico obiettivo quello di vedere i propri ragazzi crescere sempre più, raggiungendo sempre traguardi più prestigiosi.

Nino Catanese – Team Digital A.I.A. Messina